Escape tour è una sfida all’ultimo enigma per scoprire storie e curiosità sul centro storico di Monza ed imparare a vedere la città con occhi diversi


Monza è una di quelle città che, se ascoltata, avrebbe molto da dire. Io stessa, se non avessi saputo della presenza del suo famoso circuito automobilistico, ne avrei completamente ignorato l’esistenza.

L’unico motivo che mi ha portato a darle una chance è stata la possibilità di visitarla con un Escape Tour, un’esperienza di turismo urban del tutto innovativa di cui ti parlerò a fine articolo 🙂

Avendo iniziato la visita nel pomeriggio, ho avuto poco tempo da dedicarle, ma è riuscita comunque a classificarsi tra le mie città d’arte lombarde preferite.

Se anche tu stai organizzando una breve gita in città ecco i luoghi imperdibili da vedere nel centro storico di Monza.

Ti interessa l’articolo? Salvalo su Pinterest!

Cosa vedere a Monza: toccata e "fuga" con Escape Tour nel suo centro storico

Cosa vedere assolutamente nel centro storico di Monza

Visitare Villa Reale e giardini

La meravigliosa Villa Reale di Monza è uno dei simboli della città. Edificata nel 1777 su modello del castello di Schonbrunn di Vienna era usata come luogo di villeggiatura dal re Ferdinando d’Asburgo, prima di diventare proprietà dei Savoia.

Dopo l’assassinio di Umberto I, suo figlio Vittorio Emanuele III chiuse la villa e la donò ai Comuni di Monza e Milano, trasferendo gran parte degli arredi al Quirinale. L’edificio rimase in stato di totale abbandono e degrado fino al 2012, anno in cui iniziarono i lavori di ristrutturazione per aprirla al pubblico.

Attorno alla villa si estende il Parco di Monza, un polmone verde di circa 700 ettari costruito durante l’occupazione di Napoleone, come riserva agricola e tenuta di caccia.

Al suo interno si possono trovare resti di antiche ville e cascine, ma anche maneggi, centri sportivi ed aree gioco per bambini. Pensa che è così grande che all’interno del parco corrono delle vere e proprie strade asfaltate e diversi itinerari tematici per esploarralo

Cosa vedere a Monza: toccata e "fuga" con Escape Tour nel suo centro storico
La Villa Reale di Monza

Vedere il Duomo di Monza

Il Duomo di Monza sorge sui resti della chiesa di San Giovanni Battista, voluta dalla regina Teodolinda nel VI secolo. L’edificio è facilmente riconoscibile per la sua bellissima facciata in stile gotico con mattoni bianchi e grigi, e l’alta torre campanaria che svetta sul centro storico di Monza.

Al suo interno, oltre alla cappella dedicata alla sovrana longombarda e alla leggenda sulla costruzione della chiesa, si trova anche la corona ferrea. Questa preziosa reliquia conterrebbe un cerchietto di ferro formato da uno dei chiodi della croce di Gesù.

Il Duomo di Monza con la sua torre campanaria

Ammirare la Torre di Teodolinda e l’Arengario

La Torre di Teodolinda faceva parte delle antiche mura difensive che circondavano la città in epoca medievale. Successivamente divenne uno dei punti di riscossione dei dazi e di accesso per le merci importate dal fiume Lambro, prendendo il nome di Porta Lambro. Oggi è usata come abitazione privata da alcuni fortunati cittadini.

A poca distanza dalla torre di Teodolinda si trova l’Arengario, l’antico palazzo comunale. Al piano terra presenta un ampio porticato ad arcate, usato come luogo di incontro e di scambi tra i mercanti. Al primo piano, invece, si trova un salone usato per ospitare mostre ed eventi culturali.

Sul lato sud dell’edificio si trova un balconcino, chiamato “parlerà” in dialetto monzese, dalla quale venivano letti alla popolazione i decreti emanati dal Comune.

Cosa vedere a Monza: toccata e "fuga" con Escape Tour nel suo centro storico
Palazzo dell’Arengario

Fermarsi in Piazza Trento e Trieste

Punto di ritrovo dei cittadini monzesi, nel periodo medievale era sede del mercato cittadino. La piazza è stata riqualificata tra il 2005 ed il 2009, aggiungendo dei portali che richiamano le vecchie “chiodere” dove venivano lavorati i pannilana, e delle formelle sul pavimento con i marchi dei mercanti.

Al centro della piazza si erge il Monumento ai Caduti della Prima Guerra Mondiale.

Vedere il centro storico di Monza dal Ponte dei Leoni

Costruito nel 1842 sui resti del ponte romano d’Arena in occasione dell’apertura della via Ferdinandea, l’antica via militare aperta dagli austriaci per collegare Lecco ed il Tirolo.

Il suo nome deriva dalla presenza di quattro leoni di marmo a guardia della costruzione, opera dello scultore Tanardini. Sui due lati del fiume si affacciano le case a ballatoio, dove una volta sorgevano anche mulini e lavatoi.

Le caratteristiche case a ballatoio ai lati del fiume

LEGGI ANCHE LE PIU’ BELLE CITTA’ D’ARTE DELLA LOMBARDIA DA RAGGIUNGERE IN TRENO

Escape Tour, l’esperienza ideale per una toccata e “fuga” a Monza

Come ti avevo anticipato nell’introdizuione, ho avuto la possibilità di conoscere i luoghi imperdibili di Monza grazie ad un Escape Tour. Ma di cosa si tratta esattamente?

Si tratta di una vera e propria sfida che metterà alla prova le tue abilità logiche e le tue conoscenze per completare il percorso indicato e riuscire a scappare dalla città. Attualmente i tour coinvolgono le città di Lecco, Bergamo e Monza.

All’inizio del tour ti incontrerai con un’organizzatrice in un punto stabilito e ti verrà consegnata una cartina della città con i principali luoghi da vedere. Ma la visita non sarà così semplice. Per poter passare da un posto all’altro infatti, dovrai risolvere degli indovinelli di varia natura che ti permetteranno di scoprire alcune curiosità storiche sui luoghi visitati. Una volta risolto l’enigma, potrai proseguire il tuo viaggio e passare al punto successivo.

La sfida non ha limiti di tempo (anche se in media la durata è di circa 2,5/3 ore) e ti permetterà di vedere le migliori attrazioni di Monza. Una volta finito il giro dovrai semplicemente inviare via mail o via whatsapp una foto con gli indovinelli risolti all’indirizzo fornito sulla mappa. Se avrai risolto tutti gli enigmi in maniera corretta, potresti vincere un buono per partecipare ad un altro Escape Tour.

Cosa vedere a Monza: toccata e "fuga" con Escape Tour nel suo centro storico

Consigli e come prenotare

Per prenotare una visita dovrai andare sul sito Escape Tour-Fuga dalla Città, scegliere il tour a cui sei interessato e prenotarlo online o scrivendo direttamente all’indirizzo info@escapetour.info.

Il giorno della visita ti consiglio di munirti di scarpe comode, cellulare per leggere i QR code e tanta voglia di metterti in gioco. Io ho partecipato con il mio ragazzo, ma coinvolgendo un piccolo gruppo di amici (tre/quattro persone al massimo, per evitare assembramenti) ti divertirai sicuramente di più.

E’ un’esperienza che consiglio anche a chi ha figli grandicelli e che permetterà anche agli adulti di tornare un po’ bambini.

Stanchi, ma felici alla fine del nostro Escape Tour

Partecipare all’ Escape Tour di Monza è stata una delle scelte migliori che potessi fare per conoscere una città tanto ricca di storia e di curiosità. E tu ci sei mai stato? Ti piacerebbe visitarla? Fammelo sapere lasciando un commento.


L’ARTICOLO E’ STATO SCRITTO IN COLLABORAZIONE CON ESCAPE TOUR – FUGA DALLA CITTA’ DOPO AVER PARTECIPATO GRATUITAMENTE AL LORO TOUR DI MONZA. LE IMPRESSIONI ESPRESSE SONO COMUNQUE FRUTTO DELLA MIA OPINIONE PERSONALE.

I paesaggi di montagna sono ancora più belli se visti dal finestrino di un treno: scopri gli itinerari su rotaie per esplorare le montagne della Lombardia

Continua a leggere

Un itinerario in treno per scoprire le più città d’arte più belle e più importanti da visitare in Lombardia


Continua a leggere

La Lombardia nasconde innumerevoli meraviglie: scopri gli itinerari in treno per raggiungere i laghi più belli della regione


Continua a leggere

Scopri cosa vedere in un giorno a Varenna, uno dei borghi più incantevoli sulla sponda lecchese del lago di Como


Continua a leggere

I laghi di Cancano sono delle dighe artificiali immerse in un’area naturale di sorprendente bellezza: una meta ideale per passare una giornata in mezzo alla natura.


Continua a leggere

Paesaggi mozzafiato, laghi dalle acque turchesi e numerose attività per bambini: scopri tutte le cose da vedere durante una vacanza estiva in Valtellina.


Continua a leggere