Ti piace l'articolo? Condividilo!

Cerchi dei consigli per organizzare il tuo primo viaggio interrail? In questo articolo troverai alcuni suggerimenti per vivere al meglio questa esperienza.


Hai deciso di partire per un viaggio interrail? Bravo, ottima scelta. Che sia da soli, in coppia, con gli amici o in famiglia, questo viaggio è un’esperienza da provare almeno una volta nella vita.

Ma se sei arrivato fin qui digitando la parola “consigli per interrail” su Google, è perchè probabilmente c’è qualcosa ti frena. Sarà l’ansia da prepartenza? Oppure il fatto che sei completamente estraneo all’argomento e hai paura di sbagliare qualcosa?

Qualunque sia il motivo, non preoccuparti. Tutti gli interrailers alla prima esperienza hanno un sacco di dubbi. Prenotazioni dei treni, ostelli, lingue (più o meno) sconosciute: sono tutti ostacoli che un interrailers si trova ad affrontare ogni giorno. Perciò è normale avere un po’ d’ansia all’inizio.

Per aiutarti in questo articolo ti darò alcuni consigli, basati sulla mia esperienza personale, per organizzare un viaggio interrail nel miglior modo possibile.

5 consigli utili per il tuo primo viaggio interrail

Parti con il piede giusto, scegliendo il pass più adatto al tuo viaggio

Scegliere il pass più adatto alle tue esigenze è il primo pass per affrontare al meglio il tuo viaggio su rotaie. Ma è anche la cosa che più mette in crisi chi è alla prima esperienza.

Infatti, se hai già letto la mia guida sul pass, saprai che di biglietti interrail ne esistono diversi e che si dividono principalmente in Global e One Contry. Queste due grandi categorie, a loro volta, si dividono in flexi e continuos, a seconda del numero di viaggi validi per quel pass. Con il flexi, infatti, avrai a disposizione solo determinate date in cui usare il biglietto, mentre con un continuos potrai viaggiare sui treni tutti i giorni durante il periodo di validità del tuo pass.

Perciò, scegliere un pass interrail non è facile e si basa soprattutto sulle tue esigenze di viaggio. Per aiutarti, puoi leggere questo post in cui ho raccolto aluni consigli per orientarti sulla scelta del pass interrail.

Partire leggero è un ottimo consiglio per vivere al meglio il tuo interrail

Mi ricordo quando sono partita per il mio primo interrail nel 2015: zainone da 15 kg riempito per metà da oggetti che non ho minimante toccato per tutto il viaggio. Tra questi una gavetta della Quecha, un arsenale di vestiti e un kit di pronto soccorso da fare invidia ad una squadra di soccoritori. Dal secondo interrail invece, sbarazzandomi delle cose inutili, sono riuscita a diminuire il peso dello zaino di ben 5 kg.

Tutta questa manfrina iniziale, era giusto per dirti che capisco la tua ansia e quanto ci tieni a partire organizzato. Ma ogni oggetto che infili nel tuo zaino, sono chili in più che dovrai scarrozzarti dietro durante gli spostamenti. E non è facile correre dietro ad un treno che sta per partire, con una zavorra da 20 chili che ti grava sulle spalle, te lo assicuro. Perciò, adesso smetti di cercare di infilare altri oggetti inutili nel tuo zaino già strapieno e pensa a cosa può servirti veramente. Se proprio non ne hai idea, puoi sempre dare un’occhiata a questo post.

Inoltre, ricordati che tutto quello che hai lasciato (o dimenticato) a casa, puoi sempre comprarlo durante il viaggio. Dopotutto stai partendo per visitare l’Europa, non per qualche villaggio sperduto ai confini del mondo.

Infine, se viaggi in coppia o con un gruppo di amici/che, potreste pensare di dividervi il carico. Questo alleggerirà sicuramente il peso dei vostri zaini e le vostre schiene vi ringrazieranno.

ragazza di spalle, con un piccolo zaino che guarda davanti a sè mentre un treno le passa davanti. Partire leggeri è uno dei consigli fondamentali per un viaggio interrail

Prenotare gli alloggi da casa è fondamentale

Lo so, ti ho già fatto una testa così con questa storia. Ma per me il primo passo per apprezzare un interrail è quello di organizzarlo nel miglior modo possibile, a partire dagli alloggi.

Quindi, a costo di essere noiosa e ripetitiva, lo ribadisco un’altra volta: evita di partire pensando che, tanto, troverai da dormire una volta arrivato sul posto. Questa tecnica, oltre a essere rischiosa, ti toglierà sia tempo che soldi. Se vuoi leggere qualcosa di più al riguardo, ti consiglio questo post, in cui ti spiego perchè è importante prenotare dove dormire quando si fa un interrail.

Tre ragazze sedute sul divano che indicano lo schermo di un portatile. Prenotare glia lloggi da casa è uno dei consigli più importanti per un viaggio interrail.

Creare un buon itinerario ti aiuterà a non stressarti in viaggio

Un altro consiglio che mi sento di darti se sei al tuo primo interrail, è di pianificare bene l’itinerario. Questo significa: niente coincidenze da 5 minuti tra un treno e l’altro e niente viaggi interminabili con diecimila cambi per arrivare a destinazione. Ma soprattutto niente programmi di viaggio super intensivi, che sarebbero impossibili da sostenere per qualsiasi essere umano.

Certo, se vuoi passare un giorno a visitare una città che si trova tra due destinazioni abbastanza vicine, ci può stare. Ma non farla diventare un’abitudine: dopo una settimana saresti già talmente stanco da non vedere l’ora di tornare a casa. Meglio fare le cose con più calma, dedicando almeno un paio di giorni alla visita di ogni tappa, a meno che non siano città molto piccole (o molto poco interessanti).

Se non sai da dove partire e vuoi altri consigli su come creare un itinerario di viaggio in perfetto stile interrail, puoi leggere questo articolo.

Pianificare dei buoni itinerari è uno dei consigli più importanti quando si deve organizzare un interrail

Il consiglio più importante per un interrail? Goditi l’esperienza

Questo punto ho deciso di lasciarlo per ultimo. Non perchè sia meno importante, anzi forse lo è più di tutti gli altri. Più che altro, dopo tutta questa carica di ansia, ci tenevo a chiudere il post con un po’ di positività.

Infatti, la cosa più importante di questo viaggio è goderselo fino in fondo, con tutte le sue sfaccettature. Ci saranno momenti belli e momenti brutti, momenti in cui ti sentirai super esaltato e quelli in cui rimpiangerai di non aver optato per la solita vacanza al mare. E’ giusto così, l’interrail è un’avventura piena di emozioni intense, da cogliere e vivere al massimo.

L’ultimo dei consigli che posso darti per godertelo al meglio è questo: ricordati che l’interrail, non è una vacanza, è un viaggio a tutti gli effetti. Uno di quelli che, se fatti con lo spirito giusto, può davvero cambiare la prospettiva in cui vedi il mondo. Sta a te decidere cosa portarti a casa da questa esperienza.


Spero che l’articolo ti sia stato utile. E tu, sei d’accordo con i consigli che ho dato? Hai qualche altro suggerimento per un interrailers alla prima esperienza? Se ti va, fammi sapere cosa ne pensi lasciando un commento.

2 commenti
  1. Claudia
    Claudia dice:

    Fin da piccola viaggio spesso con i treni (entrambi i miei genitori sono ferrovieri 😅) ma ancora non ho mai fatto un interrail… non sapevo di tutte le differenze tra i biglietti, grazie!

    Rispondi
    • Francesca
      Francesca dice:

      Ciao Claudia,
      wow, lo sai che il mio sogno segreto da bambina era di avere il papà ferroviere? 😀
      Ci sono molti biglietti interrail diversi, infatti una delle difficoltà iniziali di questo viaggio è proprio scegliere quello giusto. Ti auguro di riuscire a fare quest’esperienza prima o poi, ne vale davvero al pena 😉

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.