Ti piace l'articolo? Condividilo!

Scopri le principali attrazioni da vedere nei borghi delle Cinque Terre e i consigli per esplorare il parco anche se hai solo un giorno a disposizione.


Molte persone si chiedono se sia possibile visitare le Cinque Terre anche se hanno poco tempo a disposizione. Magari in due giorni. O meglio ancora in uno solo.

Se anche tu sei tra questi, ti dò subito una bella notizia: vedere le Cinque Terre in un giorno è possibile. Anzi, è anche abbastanza semplice, se sai come fare. Ovviamente dipende dal periodo e da come decidi di muoverti all’interno del parco.

Qualche consiglio pratico per vedere le Cinque Terre in un solo giorno

Per onor di onestà, ti confesso che noi non siamo riusciti a raggiungere questo obiettivo. Infatti, abbiamo visitato il parco durante il ponte del 25 aprile e la mole di turisti era tale da rendere difficile sia visitare i paesi sia spostarsi con i mezzi pubblici. Inoltre, nel gruppo c’era anche una bambina piccola, quindi abbiamo preferito ritirarci e rimandare la visita dell’ultima terra al giorno successivo.

Il consiglio che ti posso dare se anche tu vuoi cimentarti in questa impresa è di evitare i periodi di maggiore affluenza (come i ponti e l’estate) e di non usare la macchina. Infatti, i borghi sono collegati di loro attraverso un’efficiente rete ferroviaria, con treni che partono circa ogni mezzora. Questa è sicuramente l’opzione più comoda e conveniente, considerando anche il fatto che le possibilità di parcheggio nei paesi sono veramente limitate. Qui puoi trovare un post dove ti spiego meglio come muoverti in treno nelle Cinque Terre.

Monterosso, il borgo del relax

Monterosso al Mare è il borgo più rinomato per chi vuole concedersi un pomeriggio di relax. Infatti, la via principale della città, via Fegina, è famosa per essere affiancata da diverse spiagge e stabilimenti balneari, attrezzati con sdraio e ombrelloni.

Percorrendo la strada in direzione del Parco Eugenio Montale, si arriva alla famosa statua del Gigante, una roccia dalla sagoma umana che sembra sostenere la scogliera.

Andando nella direzione opposta, invece, si incontrano il famoso scoglio di Monterosso e il convento dei Frati cappuccini. Da qui è possibile raggiunge il centro del paese, dove non può mancare una visita alla Chiesa di San Giovanni Battista.

Vernazza, il borgo più fotogenico

Vernazza è uno dei borghi più apprezzati dai turisti e dai fotografi per le sue stradine acciotollate e i magnifici scorci panoramici.

Le cose principali da vedere in questo borgo delle Cinque Terre sono la zona della marina con le sue barchette colorate, la Chiesa di Santa Margherita e il Castello Doria. Dalle torri di questa antica fortezza potrai ammirare dall’alto il borgo e i terrazzamenti circostanti.

Attenzione però: per arrivare in cima alla torre bisogna salire diversi gradini e il costo per entrare è di 1,50 euro.

vista panoramico di Vernazza uno dei più bei borghi da vedere nelle cinque terre

Corniglia, il borgo più difficile da vedere nelle Cinque Terre

Corniglia è l’unico borgo delle Cinque Terre a non trovarsi direttamente sul mare, ma su un piccolo strapiombo roccioso. Quindi per arrivare nel centro del paese ci sono due opzioni: la scalinata Lardarina o la navetta.

Nel primo caso ti aspetta un’ardua scalata di circa 360 gradini fino alla strada principale che porta in centro. Se invece opti per la navetta, appena uscito dalla stazione troverai la fermata dell’autobus con gli orari della tratta. Il servizio è incluso nella Cinque Terre Card, ma nei periodi di maggiore affluenza preparati ad una lunga attesa per riuscire a salirci.

Noi abbiamo scelto di usare la scalinata e, una volta arrivati in cima, abbiamo tagliato per il centro salendo un’altra piccola rampa (quella di fianco alla sede della Croce Rossa). Percorrendo questa via si arriva direttamente alla Chiesa di San Pietro, in cui è possibile riposarsi nella piazzetta antistante e ammirare il borgo dall’alto.

Manarola, il borgo più rinomato

Insieme a Vernazza, il paese di Manarola offre diversi spunti per fotografie panoramiche accattivanti. Un vero paradiso per gli igers e i fotografi di tutto il mondo.

Le cose più importanti da fare in questo borgo sono due: visitare la Chiesa di San Pietro e scattare una foto dal punto panoramico vicino al ristorante Nessun Dorma. Quest’ultimo si trova su un terrazzamento che si raggiunge percorrendo una stradina in salita a picco sul mare, quasi sempre invasa dai turisti.

Se vuoi evitare la folla ti dò una dritta: segui la via che va verso il cimitero, fino a quando non troverai delle piccole scale alla tua sinistra. Scendendole, potrai raggiungere il terrazzamento dove si trova il ristorante e scattare le tue fotografie (più o meno) indisturbato.

foto panoramica del borgo di Manarola nelle cinque Terre, uno dei più bei paesi da vedere lungo la costa spezzina

Riomaggiore, il borgo più colorato

Riomaggiore è probabilmente il paese più piccolo e affascinante tra i borghi che compongono le Cinque Terre. Qui è d’obbligo una visita alla Chiesa di San Giovanni Battista e al Castello, da cui poter ammirare il borgo dall’alto.

Infine, puoi concludere la giornata dirigendoti verso la zona della marina e sfruttare la terrazza del ristorante la Conchiglia per scattare una delle foto che ha reso celebri questi paesaggi.


Spero che questo articolo ti sia stato utile. E tu, hai mai visitato tutte le Cinque Terre in giornata? O hai preferito dedicare più tempo alla scoperta di ciascun borgo? Se ti va, raccontami la tua esperienza lasciando un commento.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.