Sei in Home » Viaggi » Europa » Fiordi norvegesi tour fai da te: come organizzarlo in autonomia

Fiordi norvegesi tour fai da te: come organizzarlo in autonomia

by Francesca

Consigli per pianificare un tour o una mini crociera fai da te attraverso i fantastici scenari dei fiordi norvegesi


Un tour dei fiordi norvegesi è una delle attività più belle e tipiche da fare durante un viaggio nella selvaggia terra dei vichinghi.

Personalmente tendo a non affidarmi mai ad agenzie esterne, ma preferisco organizzare le attività in autonomia, in modo da non essere legata ad un gruppo e gestire il tempo come voglio. Perciò, quando ho pianificato il mio viaggio in Nord Europa, ho subito deciso che avrei organizzato in autonomia anche una mini crociera fai da te sui fiordi norvegesi.

Come organizzare un tour dei fiordi norvegesi fai da te

Per organizzare un tour fai da te nei fiordi norvegesi, il primo passo è scegliere quale (o quali) visitare. La Norvegia conta infatti più di mille di queste spettacolari insenature, alcune delle quali sono state inserite nella lista dei patrimoni Unesco.

Sperare di visitarli tutti è praticamente impossibile, perciò nelle prossime righe ti parlerò dei fiordi norvegesi da non perdere durante un viaggio nelle terre del Nord.

Oslofjord, l’arcipelago della capitale

L’Oslofjord è l’arcipelago che si trova al largo della capitale norvegese. Sebbene non offra gli stessi paesaggi mozzafiato di altri fiordi, può comunque vantare diverse bellezze naturali e architettoniche come la fortezza di Fredrikstad, la riserva di Hovedøya, la cittadina di Drøbak e l’isola di Langøyene.

Di quest’ultima ne ho parlato anche in un articolo dedicato a come risparmiare ad Oslo, visto che è uno dei pochi posti in cui è legalmente accettata la pratica del campeggio libero.

I migliori tour nell’Oslofjord

Fiordi norvegesi tour: il Lysefjord

Il Lysefiord si trova a Ryfilke ed è uno dei fiordi più belli della Norvegia occidentale. Una delle attività principali è quella di osservarlo da uno dei suoi punti panoramici, il Kjerag e il Preikestolen, due speroni di roccia a strapiombo sul fiordo che regalano panorami spettacolari.

In particolare, la salita al Preikestolen è considerata una delle escursioni più belle da fare in Norvegia, cosa che non posso che confermare avendola percorsa in prima persona qualche anno fa. Per prepararti, ti consiglio di leggere l’articolo che ho scritto sull’escursione al Preikestolen.

Il punto strategico per partire alla scoperta del Lysefjord è la città di Stavanger, da cui partono sia le crociere sul fiordo sia le escursioni ai punti panoramici.

I migliori tour nel Lysefjord

Panorami da sogno nel Sognefjord

Conosciuto come il “re dei fiordi”, è il più lungo e profondo di tutta la Norvegia. Circondato da scogliere alte più di mille metri e costeggiato da graziosi villaggi, è la scelta pefetta per chi vuole godersi paesaggi da sogno.

Tra i suoi rami principali ci sono il Nærøyfjord e l’Aurlandsfjord, che uniscono in una specie di “U” rovesciata due cittadine iconiche per chi vuole visitare i fiordi di questa zona: Gudvangen e Flam.

Durante il nostro interrail in Nord Europa, io e mio marito abbiamo scelto di visitare proprio questi due bracci del Sognefjord, non solo per la bellezza indiscussa dei suoi paesaggi. Infatti, il motivo principale è stato il desiderio di unire alla crociera l’esperienza sulla Flamsbana, una delle ferrovie panoramiche più famose del paese, in partenza proprio dalla città di Flam.

Tour dei fiordi norvegesi fai da te, come organizzarlo in autonomia
Villaggi sulle rive del fiordo

Io e mio marito avevamo prenotato questa soluzione per un traghetto da Gudvangen a Flam, visto che avevamo scelto di dormire in un campeggio a Gudvangen mentre percorrevamo la tratta in treno da Oslo a Bergen. L’escursione è stata molto bella e abbiamo passato praticamente tutto il tempo sul ponte, per non perderci neanche un dettaglio del meraviglioso scenario del fiordo.

Se parti direttamente da Bergen ci sono altre due interessanti soluzioni che puoi valutare.

La prima è un tour dei fiordi norvegesi fai da te con crociera sul fiordo e viaggio sulla Flamsbana. L’escursione prevede un bus panoramico fino a Gudvangen, un tour in traghetto da Gudvangen a Flam (lo stesso che abbiamo fatto noi), il viaggio sulla Flamsbana e il rientro in treno da Myrdal a Bergen.

La seconda opzione è una semplice, ma spettacolare crociera in traghetto da Bergen a Flam navigando lungo il Sognefjord. Cinque ore di pura magia e paesaggi incredibili che ti faranno sognare ad occhi aperti.

Il Geirangerfjord e le sue cascate, meta ideale per una crociera sui fiordi

Il Geirangerfjord, insieme al sopracitato Nærøyfjord, è talmente spettacolare da essere stato inserito nella lista dei patrimoni Unesco.

La sua particolarità sono sicuramente le imponenti e selvagge cascate che si tuffano a picco dalle montagne circostanti. Il tratto più famoso dove ammirarle è quello in cui la cascata delle Sette Sorelle si fronteggia con quella del Pretendente, così chiamato perchè, secondo un’antica leggenda, sarebbe intento a corteggiare le sue dirimpettaie.

I migliori tour nel Geirangerfjord

Hardangerfjord in fiore

L’Hardangerfjord si trova a sud della città portuale di Bergen ed è il secondo fiordo più lungo della Norvegia. La sua fama è dovuta specialmente allo spettacolo della fioritura primaverile dei meli che ricoprono il paesaggio.

Inoltre, il fiordo è noto per le spettacolari cascate di Vøringfossen e per la famosa escursione alla Trolltunga.

I migliori tour nel Hardangerfjord

Fiordi norvegesi tour fai da te: il Trollfjord

Il Trollfjord è un piccolo gioiello che si trova nelle isole Lofoten, un famoso arcipelago a nord del Circolo Polare Artico.

Durante il suo corso di appena 3 chilometri si immerge in scenari da cartorlina, tanto da aver ispirato il regista Alexander Payne ad usarlo come set per il film Downsizing.

I migliori tour nel Trollfjord

Come vestirsi per una crociera sui fiordi

Per affrontare una crociera in traghetto dei fiordi norvegesi occorre coprirsi bene, dato che durante il tour sarai molto esposto alle correnti d’aria.

Perciò è indispensabile vestirsi a strati e indossare pantaloni lunghi, maglietta di cotone, felpa o pile leggero. Se sei particolarmente freddoloso ti consiglio di portare con te anche un cappello, una sciarpa/scaldacollo e dei guanti.

Visto che il clima in Norvegia è piuttosto instabile, potranno esserti utili anche un piccolo ombrello o un k-way per la pioggia, soprattutto se vuoi rimanere sul ponte a goderti il panorama.

Comunque, anche se dovesse mettersi a piovere all’improvviso, non disperare. Il clima in Nord Europa cambia molto più velocemente di quanto siamo abituati a vedere in Italia. Durante il nostro tour è stato un continuo alternarsi di brevi piogge ed altrettanto fugaci schiarite, ma noi eravamo talmenti rapiti dalla bellezza del paesaggio che ce ne siamo a malapena accorti.


Spero che l’articolo ti sia stato utile. E tu, hai mai fatto un tour dei fiordi della Norvegia? Quale di queste meraviglie naturali ti attrae di più? Fammelo sapere lasciando un commento.

Ti interessa l’articolo? Salvalo su Pinterest!

Viaggio in Norvegia: consigli per organizzare un tour o una mini crociera fai da te attraverso i fantastici scenari dei fiordi norvegesi.

QUESTO ARTICOLO CONTIENE DEI LINK DI AFFILIAZIONE. QUESTO VUOL DIRE CHE, SE DECIDERAI DI ACQUISTARE UNO DEI PRODOTTI ELENCATI CLICCANDO SUI LINK PRESENTI, IO RICEVERO’ IN CAMBIO UNA PICCOLA PERCENTUALE. COSI’ FACENDO SUPPORTERAI NON SOLO IL BLOG, MA ANCHE IL LAVORO CHE SI NASCONDE DIETRO LA PUBBLICAZIONE DI OGNI SIGNOLO ARTICOLO. GRAZIE ♥

Potrebbe interessarti anche

8 comments

Elisa Agosto 28, 2021 - 5:36 am

Ciao Francesca, sto cercando anche io di organizzare un giro dei fiordi senza appoggiarmi a tour operator. Su quale aeroporto siete atterrati? Come vi siete spostati? Perché ho visto che sia da Bergen che da Oslo raggiungere i fiordi non è comodissimo..
grazie!!

Reply
Francesca Novembre 5, 2021 - 2:47 pm

Ciao Elisa,
in realtà il mio viaggio in Norvegia era parte di un interrail in Nord Europa che ho fatto qualche anno fa e in cui sono arrivata in paese via treno dalla Svezia. Noi siamo arrivati ad Oslo e abbiamo preso il treno dalla capitale fino a Myrdal per prendere la ferrovia panoramica di Flam, da lì abbiamo fatto una mini crociera sul Naerofjord per poi riprendere il treno e arrivare a Bergen (trovi tutto in questo articolo se ti interessa). In alternativa esiste l’Hurtigruten, il famoso postale dei fiordi, che organizza crociere di più giorni per visitare anche le zone più a nord.

Reply
Federica Assirelli Maggio 24, 2020 - 9:50 pm

Anche noi normalmente preferiamo viaggiare in autonomia in modo da scegliere dove fermarci e quanto. Non avevo mai pensato a questa destinazione, però ultimamente ho letto articoli e visto foto davvero belli!

Reply
Francesca Maggio 29, 2020 - 2:20 pm

Ciao Federica,
i fiordi norvegesi sono un vero incanto, vedere per credere ;)

Reply
Helene Maggio 22, 2020 - 7:04 pm

I Fiordi Norvegesi mi hanno sempre affascinato ma purtroppo non ho ancora avuto occasione di vederli dal vero. L’unico fiordo visto è quello di Cattaro (Kotor) in Montenegro.

Reply
Francesca Maggio 29, 2020 - 2:09 pm

Cio Helene
I fiordi norvegesi sono bellissimi, ma sono sicura che anche quello che hai visto tu in Montenegro sia uno spettacolo della natura.

Reply
Claudia Febbraio 14, 2020 - 9:24 am

I fiordi norvegesi sono sulla mia wishlist da tempo! Per ora sono stata frenata dai prezzi norvegesi in generale ( e infatti mi aspetto un prezzo più alto per l’escursione) ma prima o poi mi farò coraggio 😁

Reply
Francesca Febbraio 16, 2020 - 6:47 pm

Ciao Claudia,
Non posso darti torto, la prima volta che ho visto i prezzi medi norvegesi ti confesso che ho avuto un attimo di panico anch’io 😆 però è un viaggio che vale davvero la pena di fare

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.