Sei in Home » Viaggi » Greenway lago di Como, la passeggiata verde tra borghi e natura

Greenway lago di Como, la passeggiata verde tra borghi e natura

by Francesca

A spasso sulla Greenway del lago di Como, una splendida camminata tra borghi, ville, giardini e paesaggi da cartolina


Circa un mese fa, grazie ad una strana congiunzione astrale, io ed il mio compagno ci siamo ritrovati ad avere una giornata tutta per noi. Così, incoraggiati da una stupenda giornata invernale, abbiamo deciso di sfruttare l’occasione per fare un bella camminata all’aria aperta. La nostra scelta è ricaduta sulla Greenway del lago di Como, un percorso turistico di circa 10 km tra Colonno e Cadenabbia che avevamo adocchiato già da un po’ di tempo.

Sarà stata per la temperatura stranamente tiepida per una giornata di inizio Febbraio o per la sensazione di sentirci finalmente liberi dopo tanto tempo chiusi in casa, ma la “passeggiata verde” ha superato le nostre aspettative. Abbiamo passato un bellissimo pomeriggio tra borghi, edifici storici e paesaggi da cartolina, che ci ha permesso di tirare un po’ il fiato e ricaricare le batterie.

In questo articolo ti spiegherò tutto quello che c’è da sapere sulla Greenway di Como: come arrivare, cosa troverai lungo il percorso, dove mangiare e dove trovare i punti panoramici più belli. Leggilo fino in fondo per non perderti nessuno dei miei consigli.

Greenway lago di Como: la passeggiata verde tra borghi e lago

Come raggiungere la Greenway del lago di Como con i mezzi pubblici

Per raggiungere Colonno o Cadenabbia con i mezzi pubblici dovrai prima di tutto arrivare a Como. La città è raggiungibile comodamente in treno da Milano in circa un’ora e ha due stazioni principali: quella di Como San Giovanni, servita da Trenitalia, e quella di Como Lago, servita da Trenord.

Arrivato a Como dovrai prendere la linea C10 del bus in direzione Colico e fermarti a Colonno o a Tremzzo, i due punti più stretigici per iniziare la camminata. Il pullman da Como a Colonno impiega circa 45 minuti per arrivare a destinazione. Sul bus le fermate non sono segnalate, quindi chiedi sempre indicazioni al conducente per essere sicuro di scendere alla fermata giusta. Puoi acquistare i biglietti alle stazioni dei treni, nelle tabaccherie o direttamente dall’autista. L’ultima opzione è molto comoda se vuoi prendere l’autobus da uno dei borghi della Greenway, dato che non è facile trovare dei punti vendita autorizzati. La fermata del bus a Colonno si trova a pochi metri dal parcheggio principale e da lì troverai i primi cartelli per iniziare la passeggiata sulla Greenway di Como.

Puoi raggiungere la Greenway anche sfruttando i battelli che effettuano la navigazione del lago e che si fermano a Lenno ed a Tremezzo. I traghetti partono dall’imbarcadero di Como, Lezzeno, Bellagio e anche dalla stupenda Varenna, uno dei borghi più belli del lago. Qui puoi trovare più informazioni su prezzi ed orari dei battelli.

Greenway lago di Como: la mappa del percorso da Colonno a Cadenabbia
Mappa del percorso della Greenway di Como

Il nostro percorso lungo la passeggiata verde

Dopo aver attraversato Colonno con le sue strade acciottolate e la sua graziosa cascata, ci siamo inerpicati lungo la prima salita del percorso (preparati, ne troverai parecchie) che ci ha condotto in cima ad una collina. Qui si trova il punto panoramico più famoso della Greenway del lago di Como, da cui potrai ammirare una meravigliosa vista di Sala Comacina e della sua isola.

Greenway del lago di Como: la passeggiata verde tra borghi e lago
Vista dall’alto di Sala Comacina e dell’Isola Comacina

Raggiunto il borgo, abbiamo continuato il percorso in pieno centro abitato, passando accanto alla statale. Dopo aver superato la chiesa romanica dei Santi Giacomo e Filippo, abbiamo affrontato la seconda dura salita per arrivare al borgo di Ossuccio. Qui il percorso ha iniziato a zigzagare tra il centro abitato e il lungolago, alternando scorci panoramici a magnifici edifici come Villa del Balbiano e Villa Monastero.

Greenway lago di Como: Villa del Balbiano
Vilal del Balbiano

Proprio vicino all’entrata di quest’ultima abbiamo trovato una piccola caletta seminascosta che ci ha regalato uno dei panorami più belli di tutto il sentiero. In questo punto è facile perdere la via, quindi controlla sempre bene i cartelli lungo il percorso.

Uno dei cartelli che segnaletici lungo la Greenway

Doo aver riattraversato la statale ed aver affrontato l’ennesima salita, abbiamo seguito il percorso della Greenway del lago di Como passando per il parco di Villa Monastero. Da qui abbiamo raggiunto un altro punto panoramico sul lungolago che ci ha offerto un meraviglioso scorcio sulla vicina Villa Balbianello. Abbiamo poi proseguito fino a raggiungere il famoso lungolago di Lenno, passeggiando accanto alla sua imponente torre medievale ed alla bellissima piazza.

Villa Monastero

Superato l’imbarcadero da dove partono i traghetti per la navigazione del lago, abbiamo attraversato una passerella di legno che ci ha condotti prima in un piccolo giardino e poi su una strada acciottolata, da cui abbiamo raggiunto di nuovo la statale. Da qui abbiamo imboccato l’ultima salita per raggiungere il grazioso borgo di Mezzegra, famoso per il nucleo storico di Bonzanigo e la Chiesa Parrocchiale di Sant’Abbondio, dalla cui terrazza si può ammirare una splendida vista sul lago e sul promontorio di Bellagio.

Infine la Greenway ci ha condotto di nuovo sulle sponde del lago, dove abbiamo concluso in bellezza la nostra gita passeggiando sul lungolago di Tremezzo al tramonto.

Greenway lago di Como: il lungolago di Trmezzo al tramonto
Lungolago di Tremezzo

Greenway lago di Como, qualche informazione pratica

Ad eccezione di brevi tratti, come il lungolago di Lenno o quello di Tremezzo, quasi tutto il sentiero è acciottollato, quindi non è possibile percorrerlo con passeggini o sedie a rotelle. Se hai un bambino piccolo ti consiglio di aspettare che sappia camminare bene da solo o di usare un supporto ergonomico, come la fascia o il marsupio.

Per percorrere l’intero sentiero ci vogliono circa quattro ore, contando anche le diverse soste che farai per scattare foto e selfie per Instagram. Se vuoi percorrerla senza fretta ti consiglio di partire presto e di prenderti tutto il tempo necessario per goderti la passeggiata e la bellezza del paesaggio. L’ideale sarebbe poter dedicare al percorso un’intera giornata (o anche due) per visitare anche le bellissime chiese e ville storiche che incontrerai lungo il percorso. A questo link trovi la mappa interattiva con tutti i luoghi di interesse attraversati dalla Greenway del lago di Como.

Se vuoi fermarti a mangiare un boccone per recuperare le energie prima di rimetterti in marcia,un punto strategico è il borgo di Lenno. Qui troverai molti bar e ristoranti vista lago dove concederti un pranzo ristoratore immerso in un’atmosfera da sogno. Tremezzo è un altro paese dove non farai fatica a trovare qualche bel locale dove riposarti e riempirti lo stomaco.

Passeggiare lungo la Greenway di Como è un’attività bellissima da fare in ogni periodo dell’anno, ma io ti consiglio di percorrerla in inverno. Ammirare il lago incorniciato dalle cime innevate delle montagne è uno spettacolo che ti lascerà senza parole.

Greenway lago di Como: la passeggiata verde tra borghi e lago

Spero che l’articolo ti sia stato utile. E tu hai mai fatto una passeggiata lungo la Greenway? In quale stagione ti piacerebbe percorrerla? Fammelo sapere lasciando un commento.

Ti è piaciuto l’articolo? Salvalo su Pinterest!

Potrebbe interessarti anche

2 comments

Claudia Aprile 7, 2021 - 9:47 am

Ho letto il tuo articolo con molto piacere in quanto ho in programma un viaggio sul Lago di Como da un po’ di tempo e non mancherò di percorrere il Greenway. Sicuramente in inverno dev’essere un’esperienza fantastica, passeggiando tra paesaggi incantanti!

Reply
Francesca Aprile 11, 2021 - 3:09 pm

Ciao Claudia,
sono contenta che l’articolo ti sia piaciuto e ti abbia dato ispirazione per il tuo viaggio.
La Greenway è stupenda in tutte le stagioni, ma d’inverno dà proprio il meglio di sè 🙂

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.