In questo articolo troverai alcuni consigli e suggerimenti utili per organizzare degli itinerari di viaggio in perfetto stile interrail.


Non so se è lo stesso per te, ma pianificare gli itinerari è la parte che preferisco quando devo organizzare un viaggio interrail. Ma, avendo avuto qualche esperienza, so anche che l’entusiasmo può giocare brutti scherzi. E quando prende il sopravvento sul buon senso, l’insidia è già dietro l’angolo.

In questo post ho raccolto alcuni consigli pratici da tenere a mente per organizzare degli itinerari interrail. In questo modo eviterai gli errori più comuni che molti interrailers tendono a fare quando sono alla prima esperienza.

Suggerimenti  e consigli partici per organizzare dei perfetti itinerrari per un viaggio interrail.

Meglio pochi, ma buoni

Lo so, a volte la voglia di esplorare il mondo è così tanta che si fa fatica a frenarla. Ma per pianificare dei buoni itinerari interrail dovrai imparare a tenere a bada l’entusiasmo.

Infatti, quando si fa un viaggio del genere, uno dei rischi è quello di organizzare dei veri e propri tour de force per vedere quante più cose possibili. E anche se sulla carta non è un ragionamento sbagliato, nella realtà può diventare un’esperienza poco piacevole.

Pensaci. Se hai due settimane a disposizione e ti impunti per vedere 12 città, passerai la maggior parte del tuo viaggio seduto sui mezzi pubblici per spostarti da un posto all’altro. Un modo poco allettante di trascorrere le vacanze, non trovi?

Non prendere troppe coincidenze

C’è chi se le inventa tutte pur di non dover pagare il supplemento per la prenotazione. Anche prendere quattro treni diversi per arrivare a destinazione e, così facendo, impiegarci il doppio del tempo. Questo atteggiamento, se da una parte ti fa risparmiare qualche euro, dall’altra è il metodo più sbagliato per pianificare degli itinerari interrail.

Infatti, maggiori sono gli spostamenti, più è alto il rischio che qualcosa vada storto. Un treno che arriva in ritardo, una coincidenza che salta e tu che rimani bloccato in stazione ad aspettare il prossimo treno. Che parte tra cinque ore!

Ovviamente sto esagerando la situazione, ma è per farti capire che gli imprevisti possono sempre capitare, specie durante un viaggio del genere. E se capitano, oltre a scombinare i tuoi piani, possono farti sprecare giorni di viaggio preziosi, soprattutto se hai un pass flexi.

Viaggia di notte

Viaggiare sui treni notte, oltre che molto romantico, in questo caso è anche molto utile. Infatti così facendo ottimizzerai i tempi e risparmierai anche i soldi degli alloggi, riuscendo a sfruttare al meglio i tuoi giorni di viaggio.

Prendi spunto da altri interrailers

Se sei in crisi e non riesci a decidere quali città visitare o quali collegamenti scegliere, non disperarti. In rete puoi trovare diversi esempi di itinerari interrail suggeriti da altri viaggiatori che hanno provato questa esperienza prima di te.

Oltre a Youtube, ti consiglio la sezione dedicata alle idee di viaggio del sito Interrail.eu.

Se invece hai qualche dubbio e vuoi confrontarti con altri viaggiatori prima di lanciarti in questa avventura, puoi contare su Facebook. In particolare ti consiglio il gruppo ufficiale interrail e quello nostrano Interrail Italia Unofficial.


Spero che l’articolo ti sia stato utile. E tu, hai qualche altro consiglio per pianificare un itinerario interrail? Oppure non organizzi niente e ti lasci trasportare semplicemente dall’emozione del viaggio?

Se ti va, raccontami la tua esperienza lasciando un commento.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.