Ti piace l'articolo? Condividilo!

In questo post, ti spiegherò il mio metodo per organizzare un viaggio interrail in Europa in 8 passaggi. Vuoi saperne di più? Vieni a dare un’occhiata!


Ah, i viaggi in treno. Nonostante, ormai, si possa arrivare da una parte all’altra del mondo in poche ore, il lasciarsi trasportare lentamente sulle rotaie, ammirando il paesaggio dal finestrino, per me ha sempre avuto il suo fascino. E credo anche per te, visto che stai leggendo questo post.

Ma come si organizza, in pratica, un viaggio in treno? In realtà, la base è semplice. Ti basta avere un biglietto interrail e un po’ di spirito di avventura. Ma se vuoi goderti questa esperienza al meglio, devi fare un minimo di programmazione iniziale.

Se non l’hai mai fatto prima e sei in cerca di ispirazione, in questo articolo ho descritto il metodo che utilizzo quando devo organizzare un viaggio interrail. Il piano è suddiviso in 8 passaggi e si basa sulla mia esperienza personale.

Ovviamente, ognuno ha la sua filosofia di vivere il viaggio. Quindi sentiti libero/a di prendere spunto e di saltare qualche step, se pensi sia superfluo.

come organizzare un interrail in europa

1# Scegli il paese/i che vuoi visitare

Partiamo dalle cose ovvie. Prima di partire, devi innanzitutto decidere dove vuoi andare e se vuoi visitare uno o più paesi. La scelta dipende da te, ma se sei alle prime armi scegli le destinazioni migliori per fare un interrail in Europa.

2# Cerca informazioni

In questo passaggio, dovrai cercare informazioni sui paesi che vorresti visitare. Lingua, clima, luoghi di interesse e tutto quello che ti potrà essere utile per organizzare il tuo viaggio.

Per evitare brutte sorprese, prima di partire io controllo sempre il sito della Farnesina, Viaggiare Sicuri. Infatti, su questo portale puoi trovare tutte le indicazioni utili per l’espatrio in qualsiasi paese nel mondo, dai documenti ai vaccini consigliati.

Un’altra importante risorsa, sono i siti degli enti del turismo. Qui, troverai informazioni dettagliate sulle città che vuoi visitare, dalla moneta locale ai piatti tipici. Inoltre, molti di questi portali mettono a disposizione guide e brochure scaricabili gratuitamente.

3# Crea una bozza di itinerario per il tuo interrail in Europa

Hai trovato tutte le informazioni che cercavi? Perfetto. Allora, puoi cominciare a buttar giù qualche idea su un possibile itinerario di viaggio. In questa fase puoi includere tutte le città che desideri visitare. Magari puoi segnarle su una mappa o su un foglio di block notes sul pc.

Tra gli appunti, segna anche quanti giorni intendi dedicare alla visita di ogni meta. Questo ti aiuterà a capire se il tuo itinerario è effettivamente fattibile o sa hai aggiunto troppe tappe. Se vuoi qualche dritta, puoi leggere i mei consigli per creare un itinerario per Interrail.

4# Controlla i collegamenti ferroviari

Questo è uno step indispensabile per organizzare un buon interrail in Europa. Infatti, se vuoi spostarti in treno, dovrai controllare che le città che hai inserito nel tuo itinerario, siano ben collegate tra loro dalla rete ferroviaria.

Se così non fosse, dovrai valutare eventuali collegamenti alternativi, inclusi nei vantaggi del pass. Ad esempio, se viaggi in Norvegia e vuoi spostarti tra Bergen e Stavanger, ti converrà sfruttare lo sconto sui traghetti, piuttosto che spostarti in treno.

Questo passaggio ti aiuterà a farti un’idea approssimativa del numero di viaggi di cui avrai bisogno per il tuo itinerario.

5# Scegli il pass interrail adatto per il tuo viaggio in Europa

Terminata la parte più creativa, è ora di pensare agli aspetti pratici. Quale pass scegliere?

In realtà, il discorso è un po’ complicato ed è difficile riassumerlo in poche parole. Per farla breve, molto dipende dal numero di paesi che vuoi visitare e da quante città vuoi includere nel tuo itineraio. Più sono, maggiore sarà il numero di viaggi di cui avrai bisogno.

Ovviamente, questo si ripercuote anche sul costo del pass. Quindi, sta a te decidere se mantenere il tuo proposito iniziale o modificare l’itinerario, eliminando qualche tappa.

6# Ricontrolla l’itinerario

Questa parte va di pari passo con i due step precedenti. Comunque, se non l’hai ancora fatto, questo è il momento buono per dare un’ultima controllata al tuo itinerario.

Assicurati che i tempi non siano troppi tirati, sia per le visite alle città sia per le eventuali coincidenze dei treni. Altrimenti, rischi di trasformare una bella avventura in un’esperienza stressante.

7# Prenota gli alloggi

In realtà, questa è una scelta personale. Io preferisco partire avendo già tutto organizzato, in modo da ottimizzare i tempi e avere un pensiero in meno mentre sono in viaggio.

Inoltre, prenotare gli alloggi da casa può essere un bel vantaggio, anche dal punto di vista economico. Infatti, a meno che non ti capiti una qualche offerta last minute, informandoti in anticipo troverai sicuramente una sistemazione soddisfacente a prezzi abbordabili.

8# Prepara lo zaino per il tuo interrail in Europa

Eccoci arrivati alla parte finale e più divertente. Riempire lo zaino/trolley/borsa/valigia o qualsiasi altra cosa vorrai portare con te, con gli oggetti indispensabili per un interrailers.


Spero che l’articolo ti sia stato utile. E tu, hai mai dovuto organizzare un viaggio interrail in Europa? Se ti va, raccontami la tua esperienza così potremo confrontarci insieme. Inoltre, se hai altre domande o suggerimenti per approfondire alcuni argomenti, non esitare a farmelo sapere lasciando un commento.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.