veduta dall'alto della Collina di Petrin
Ti piace l'articolo? Condividilo!

In questo articolo troverai alcuni suggerimenti per scoprire una Praga alternativa, al di fuori dei circuiti turistici più battuti.


Se dico Praga, le prime cose a cui molti pensano sono l’Orologio Astronomico, il Ponte Carlo e il Castello. In realtà, la città è molto grande ed è suddivisa in diversi quartieri in cui si nascondono delle magnifiche attrazioni, lontane dai soliti circuiti mainstream.

In questo articolo, ti suggerisco alcuni bellissimi luoghi ancora poco frequentati dai turisti, ma che dovresti assolutamente pensare di aggiungere al tuo itinerario se hai in programma un viaggio di più giorni o hai semplicemente voglia di scoprire una versione alternativa di Praga.

Torre della televisione

Costruito negli anni 80 dagli architetti Václav Aulický e Jiří Kozák, con i suoi 216 metri di altezza è l’edificio più alto della città.

La torre ospita alcuni ristoranti, un bar e un hotel con camere di lusso, ma il suo punto forte è sicuramente la terrazza panoramica. Da questa torre posta a 97 metri di altezza, si può ammirare una delle più belle viste dall’alto sulla città.

Si trova nel quartiere Žižkov, vicino al cimitero ebraico, ed è raggiunibile con la linea A della metropolitana alla fermata Jiřího z Poděbrad.

Monastero di Strahov

Sala Teologica del Monastero di Strahov
Sala Teologica del Monastero di Strahov

Questo antico monastero venne fondato intorno al 1140 per volere del vescovo di Olomouc, Jindrich Zdík, dopo un suo pellegrinaggio in Terrasanta. Nel corso dei secoli, è stato protagonista di una lunga serie di funesti eventi tra cui saccheggi, incendi e bombardamenti che hanno fatto perdere parte dell’originario arredamento e hanno costretto i monaci a numerosi interventi di restauro che sono tuttora in corso.

Nel complesso monastico, si possono visitare le due sale che compongono la famosa Biblioteca di Strahov: la Sala Teologica e la Sala Filosofica. La prima è così chiamata perchè contiene diverse edizioni della Bibbia in diverse lingue e conta oltre 18.000 volumi, oltre ad una collezione di mappamondi. Nella seconda, invece, sono raccolti circa 42.000 volumi che trattano di diversi argomenti scientifici.

Il coridoio che unisce queste due sale è chiamato “Gabinetto delle Curiosità” e contiene una mostra di bizzarri oggetti tra cui una rarissima collezione di libri sugli alberi e i resti di un esemplare di Dodo.

A parte, si può visitare la Pinacoteca di Strahov, che contiene numerosi dipinti di pitture gotiche, barocche e rococò.

All’interno del complesso si trova anche la Chiesa dell’Assunzione della Vergine Maria in cui sono conservati i resti di San Norberto, il fondatore dell’ordine dei Premostrantesi di cui i monaci fanno parte.

Il monastero si trova vicino alla Collina di Petřín ed è raggiungibile con il tram 22 scendendo alla fermata Pohořelec.

Collina di Petřín

E’ uno dei parchi più apprezzati dalle famiglie in quanto si trovano diversi intrattenimenti ideali sia per gli adulti che per i bambini. Tra questi, l’Osservatorio Štefánik, il Giardino delle rose, il Giardino del Seminario, il Labirinto degli Specchi e la Torre Panoramica. Quest’ultima rappresenta una copia della Torre Eiffel in scala 1:5 ed è stata costruita in occasione dell’Esposizione Giubilare nel 1891.

Il modo più semplice per arrivare alla collina è con la funicolare di Petřín, collegata alla linea dei tram tramite la fermata di Újezd. Qui puoi trovare maggiori informazioni su prezzi e orari

leggi anche COSA VEDERE GRATIS A PRAGA

Castello di Vysehrad

Cinta muraria della Fortezza di Vysehrad
Cinta muraria della Fortezza di Vysehrad

Visiatare la Fortezza di Vysehrad è certamente un’ottima idea per trascorrere una giornata alternativa a Praga. Questa roccaforte risalente alla metà del X secolo, fu per un breve periodo la residenza dei regnanti Boemi. Purtoppo, venne presa più volte di mira durante i numerosi conflitti che colpirono il territorio, dalle quali uscì pesantemente danneggiata. Fu solo verso la metà del XIV secolo che venne riqualificata come simbolo di grande valore nazionale e ristrutturata da vari artisti che gli diedero l’aspetto che possiamo osservare tuttora.

All’interno del complesso, si trovano la Rotonda di San Martino e la Chiesa dei Santi Pietro e Paolo, un’antica cattedrale in stile neogotico. A sud della chiesa si estendono invece i Giardini di Vyserhad e il cimitero monumentale con la tomba di Slavin, in cui sono seppelliti alcuni personaggi di spicco della cultura ceca.

Percorrendo a piedi la cinta muraria si possono osservare le antiche fondamenta del palazzo reale e la Galleria di Vyserhad. Nella parte settentrionale si trovano invece le Casematte, un insieme di gallerie sotterranee che contengono il Gorlice, uno spazio espositivo in cui sono raggruppate alcune delle statue originali del Ponte Carlo.

Il complesso è considerato parco pubblico, quindi, a meno che tu non voglia visitare gli interni e le mostre, è possibile accedervi senza dover pagare l’ingresso.

La fortezza si trova nel quartiere di Nove Mesto e si può raggiungere con la linea C della metro scendendo alla fermata Vysehrad.

Palazzo Lucerna

Praha – Pasáž Lucerna Kůň
foto by Fred Romero via Flickr

L’ultimo consiglio che voglio darti per una visita alternativa a Praga è quella del Palazzo Lucerna. Si tratta del primo complesso di edifici in cemento armato di Praga, costruito agli inizi del ‘900 dagli architetti Vácslav Havel e J. Čamský, e collegati ta loro da un’insieme di passaggi in stile Art Noveau. L’edificio occupa una superficie totale di 21.000 m2 e le sue gallerie corrono tra la via Vodickova, la via Stepanska e Piazza Venceslao. Nel 2017, è stato dichiarato monumento di cultura nazionale.

Al suo interno, oltre a diversi negozi e ristoranti, si trovano la Sala Grande, una delle piste da ballo più prestigiose di Praga, la Galleria Lucerna, alcuni cinema, la Caffetteria Lucerna e il Lucerna Music Bar. Quest’ultimo è uno dei club più frequentati ed esclusivi di Praga in cui si esibiscono regolarmente importanti gruppi musicali nazionali.

Davanti ell’entrata della Galleria, si trova una delle opere più famose dello scultore ceco David Černý: la celebre copia della statua di San Venceslao in groppa al suo povero cavallo che giace a piancia in su.

Puoi trovare maggiori informazioni sugli eventi e sui programmi che si svolgono nel complesso visitando questo sito.

leggi anche DAVID ČERNY, L’ENFANT TERRIBLE DELLA REPUBBLICA CECA


Ecco terminati suggerimenti per visitare Praga in maniera alternativa. E tu, hai mai visitato una di queste attrazioni? Quale ti ispira di più? Se ti va, fammi sapere la tu opinione lasciando un commento.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.