Il coronavirus ha cambiato molto il nostro modo di viaggiare, ma seguendo alcune semplici norme è possibile continuare a spostarsi in treno in sicurezza


In questi ultimi mesi il settore viaggi ha dovuto reinventarsi per far fronte all’emergenza coronavirus. Dal buffet negli alberghi, ai posti dimezzati sui voli, tutti hanno dovuto fare delle rinunce per venire incontro a questa nuova realtà che ha stravolto il nostro modo di viaggiare.

Dal canto suo, anche Trenitalia ha adottato diverse misure per garantire ai passeggeri di spostarsi senza correre rischi. In questo articolo ti indicherò le principali novità introdotte dalle compagnie ferroviarie per viaggiare in treno in sicurezza.

Ti interessa l’articolo? Salvalo su Pinterest!

Viaggiare in treno ai tempi del covid: ecco come farlo in sicurezza

Le misure introdotte da Trenitalia e Trenord per viaggiare in treno in sicurezza

Distanziamento sociale

Per tutelarti ancora prima di salire sul treno, compra il biglietto online e tramite app ed evita le biglietterie in stazione, anche quelle automatiche.

Una volta a bordo, se viaggi su Frecce ed Intercity occupa il posto che ti è stato assegnato. Sui regionali Trenitalia, invece, cerca di sederti lasciando liberi il posto accanto e quello davanti a te.

Durante la salita e la discesa evita di fermarti vicino alle porte automatiche, ma mettiti in fila indiana con gli altri viaggiatori lungo il corridoio o la banchina.

In stazione ricordati di seguire i percorsi indicati dalle segnaletica per raggiungere il tuo treno.

Sanificazione e dispositivi di protezione individuali

Per salire a bordo del treno, dovrai portare con te dei guanti ed una mascherina da utilizzare per tutta la durata del viaggio. Se viaggi su Frecce ed Intercity, invece, potrai usare il safety kit (guanti+mascherina) offerto direttamente da Trenitalia.

Evita di viaggiare se hai febbre o sintomi influenzali anche perchè il personale addetto al controllo della temperatura dei passeggeri potrebbe impedirti di salire a bordo.

Nei corridoi dei treni troverai diversi dispenser di gel igienizzante. Ricordati di usarli spesso, soprattutto prima di scendere dal treno e dopo aver usato i servizi.

Per maggiore sicurezza, prima di viaggiare ogni treno viene sanificato, poggiatesta compresi, e i filtri dell’aria cambiati regolarmente.

Viaggiare in treno ai tempi del covid: ecco come farlo in sicurezza

LEGGI ANCHE COME CHIEDERE IL RIMBORSO DEI BIGLIETTI TRENITALIA

Self check in e prenotazione dei posti sul treno regionale per viaggiare in sicurezza

La prenotazione obbligatoria dei posti su alcuni treni regionali è una sperimentazione appena introdotta da Trenitalia. I viaggiatori dovranno comprare un biglietto per un treno regionale specifico (come succede per Frecce ed Intercity). L’obiettivo è quello di garantire un posto a sedere per tutti i passeggeri, limitando il numero di persone in piedi e, di conseguenza, il sovraffollamento.

Per la cronaca, anche Trenord dal 4 luglio ha cominciato la stessa sperimentazione sulle tratte Milano-Tirano e Milano-Como.

Un’altra novità introdotta dall’app di Trenitalia è quella del self check in. Una volta salito a bordo, il passeggero potrà cliccare su un link nella sezione “I miei viaggi” e segnalare così la sua presenza al capotreno. La funzione per ora è disponibile solo su Frecce ed Intercity.

Numero di posti disponibili sul treno in tempo reale

Scaricando le app ufficiali di Trenord e Trenitalia è anche possibile conoscere in tempo reale il numero di posti disponibili sul treno prescelto.

I mezzi verranno identificati con un codice colore (rosso, giallo, verde) a seconda del riempimento e gli acquisti verranno bloccati non appena saranno terminati i posti disponibili.

Cuccette riservate sui treni notte

L’ultima novità per viaggiare in sicurezza riguarda i treni notte. Da Giugno è stato infatti introdotto l’obbligo per i singoli viaggiatori e per i gruppi famigliari di prenotare l’intera cabina ad uso esclusivo, come riportato in questo articolo di FS News.

I posti sono nominativi e, una volta a bordo, ti verrà richiesto un documento d’identità valido.

E’ davvero possibile viaggiare in treno in sicurezza?

Se da una parte le compagnie di trasporto cercano di tutelare i viaggiatori, c’è chi comunque si sente più esposto al rischio di contagio per il fatto di dover condividere uno spazio chiuso con altre persone.

Io in primis ero molto titubante all’idea di riprendere il treno, tanto da essermi decisa a fare un breve viaggio di prova solo dopo essermi accertata delle condizioni sui mezzi regionali. Ad oggi mi sento di dire che viaggiare in treno è possibile anche nell’era del coronavirus, a patto di attenersi scrupolosamente alle norme di sicurezza introdotte dalle compagnie.

Quindi se devi spostarti in treno, parti equipaggiato, ma senza troppe paranoie.


Queste erano le ultime news su come viaggiare in treno durante il coronavirus. Adesso che ti ho detto la mia, mi piacerebbe sapere anche la tua opinione: secondo te c’è un modo veramente sicuro di viaggiare in questo periodo così particolare? Se ti va, fammi sapere cosa ne pensi lasciando un commento.

2 commenti
  1. Anna
    Anna dice:

    Io non ho ancora preso un treno post lockdown, ma per spostarsi da una città all’altra è comodo, considerato che spesso arriva proprio in centro. Penso che ripartirò in autunno con qualche tragitto breve perché tra caldo e mascherina in questo periodo non si respira!

    Rispondi
    • Francesca
      Francesca dice:

      Ciao Anna,
      In effetti queste temperature non sono l’ideale per girare con le mascherine. Anch’io non vedo l’ora che faccia un po’ più fresco per sentire meno fastidio

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.