Ti piace l'articolo? Condividilo!

Venezia è una città tanto bella quanto cara: in questo articolo troverai tutti i consigli per organizzare un weekend low cost nella Serenissima.


Per una serie di sfortunate coincidenze, quest’estate al posto del Portogallo ci siamo dovuti accontentare di passare qualche giorno a Venezia.

Durante la nostra permanenza l’abbiamo esplorata in lungo e il largo, stupendoci per le sue meraviglie, ma soprattutto per i suoi prezzi non proprio alla portata di tutti.

Per fortuna, dopo aver preso qualche fregatura ed averne schivate delle altre, siamo riusciti a non farci spennare più del necessario e a mantenere i costi ad un livello accettabile.

Oggi voglio riassumerti tutto quello che ho imparato da quest’esperienza per vivere Venezia in modo low cost, che si tratti di un weekend o di un soggiorno più lungo.

Come organizzare un weekend low cost a Venezia
Il Canal Grande di Venezia

Come arrivare a Venezia

Venezia è raggiungibile comodamente in treno da tutte le principali città italiane (noi abbiamo impiegato circa 2 ore partendo dalla stazione di Milano Centrale).

Se parti anche tu da Milano potresti scegliere Italo, che offre spesso promozioni e offerte vantaggiose. Noi abbiamo viaggiato con questa compagnia e abbiamo speso circa 40 euro a testa per andata e ritorno. E’ stato sicuramente un bel risparmio valutando il costo della benzina, dell’autostrada e dei parcheggi.


leggi anche COSA VEDERE A VENEZIA IN 3 GIORNI


Sestiere San Polo

Venezia low cost: Dove dormire

Un altro modo per risparmiare è scegliere di dormire a Mestre. La zona si trova infatti a poca distanza dal centro di Venezia e offre sistemazioni eccellenti ad un prezzo contenuto.

Per arrivare a Venezia centro potrai scegliere di prendere sia l’autobus che il treno. Per raggiungere il centro con il bus, il mezzo più comodo e veloce è il numero 2 che passa per via Piave e la stazione. Il costo è di 1,5 euro a tratta e il tempo di percorrenza dalla stazione di Mestre al centro è di circa 10 minuti. L’unica problema è che, essendo una tratta molto frequentata, in certi orari viene preso letteralmente d’assalto dai turisti, perciò ti consiglio di prenderlo la mattina presto. L’autobus si ferma a Piazzale Roma, proprio davanti al Ponte dalla Costituzione.

Se invece vuoi raggiungere Venezia con il treno, ti basterà recarti nella stazione di Mestre e prendere uno dei numerosi collegamenti di Trenitalia per Venezia Santa Lucia. Il tragitto dura circa 10 minuti e il costo è di 1,35 euro a persona.

Come organizzare un weekend low cost a Venezia
Uno dei numerosi ponti di Venezia

Venezia low cost: Cosa vedere

Chiese, teatri, palazzi storici: a Venezia si ha l’imbarazzo della scelta quando si tratta di cultura. Peccato che, mai come in questo caso, ogni esperienza abbia un prezzo.

Quindi, se non vuoi spendere una fortuna ti consiglio di pensare bene a cosa vale veramente la pena di visitare e cosa no. Dopotutto, per respirare fino in fondo l’anima della città, non serve rinchiudersi in un museo, ma basta una semplice camminata tra le sue calli.


leggi anche 8 COSE DA FARE GRATIS (O QUASI) A VENEZIA


Sestiere Santa Croce

Trasporti: come muoversi a Venezia

Questo è stato il tasto dolente del nostro soggiorno. Infatti, avendo prenotato tutto all’ultimo momento, non abbiamo avuto il tempo per informarci e ci siamo lasciati abbindolare dalla card dei trasporti, Venezia Unica. Questa tessera turistica ha una validità di 5 anni ed è completamente personalizzabile: infatti, puoi crearla online in pochi click e aggiungere tutti i servizi di cui hai bisogno, inclusi i trasporti.

Il problema di questa soluzione è ovviamente il prezzo non proprio low cost: un biglietto con viaggi illimitati su bus e traghetti di Venezia costa rispettivamente 20 euro per un giorno, 30 per due giorni, 40 per 3 giorni e 60 per 7 giorni. Non male se prevedi di usare spesso i mezzi pubblici, un po’ meno se invece hai intenzione di camminare la maggior parte del tempo.

Un’opzione particolamente vantaggiosa è la Rolling Venice, una card per i giovani da 6 a 29 anni che, oltre all’uso gratuito dei trasporti pubblici, include l‘entrata a musei e altri siti storici. Il costo di un biglietto ACTV per 3 giorni con una Rolling Venice è di 28 euro, contro i 40 di un biglietto standard.

Come organizzare un weekend low cost a Venezia
Vista panoramica del Sestiere San Marco e del Canal Grande

Venezia low cost: Dove mangiare

Hai gironzolato per la città tutto il giorno e adesso non ci vedi più dalla fame? Allora è arrivato il momento di fermarti in un tradizionale bacaro veneziano. Si tratta di osterie dove vengono serviti i “cicchetti“, cioè stuzzichini, accompagnati da “un’ombra“, ossia un bicchiere di vino. Il nome di questi locali sembra derivare dall’espressione dialettale “far bàcara“, cioè festeggiare.

I cicchetti possono essere di vario tipo: si va dalle classiche mozzarelle in carrozza, ai tramezzini con salumi e formaggi, fino alla polenta con il pesce e le sarde in saor. Il loro costo oscilla da 1,5 fino a 3 euro, a seconda della tipologia.

Alcuni indirizi di bacari che mi sento di consigliarti per la bontà dei prodotti e il prezzo contenuto sono il Bacareto da Lele e la Cicchetteria Venexiana da Luca e Fred. In particolare, quest’ultima offre anche un menù turistico con primo, secondo, contorno, bevande e coperto incluso a 13,5 euro a persona. Le porzioni non sono molto abbondanti, ma ti permetteranno di tirare avanti tranquillamente fino a cena. Se vuoi altri indirizzi di bacari dove mangiare bene spendendo poco, ti consiglio di leggere questo articolo sul blog Scatti di Gusto.

Il bacareto da Lele si trova nel sestiere di Dorsoduro, poco distante da Piazzale Roma, mentre la Cicchetteria Venexiana si trova nel sestiere di Cannaregio, vicino al Ponte delle Guglie.

Il Campanile di piazza San Marco

Spero che quest’articolo ti sia stato utile. E tu hai qualche altra idea per trascorrere un weekend low cost a Venezia? Se ti va, fammi sapere la tua opinione lasciando un commento.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.